Corso assaggiatori di formaggi (livello 1)

 

La nuova edizione del Corso Assaggiatori di formaggi (livello I) è prevista (se raggiunto un numero sufficiente di iscritti) da febbraio a maggio 2023 a Bellinzona.

La formazione si compone di 10 serate, che si terranno il venerdì dalle 20 alle 22 circa alla Scuola superiore alberghiera e turismo di Bellinzona.

Ogni lezione affronterà una parte teorica e una pratica, con assaggi di diverse tipologie di formaggi.
Al termine delle 10 lezioni i partecipanti avranno da affrontare un esame scritto e pratico su quanto appreso durante i mesi di formazione, in modo da divenire a tutti gli effetti un assaggiatore di formaggio. Per poter partecipare all’esame finale è obbligatoria la partecipazione a almeno 8 lezioni su 10.

Per poter fare in modo che il corso venga organizzato saranno necessarie le iscrizioni di 40 persone, per tanto chiediamo la vostra preziosa collaborazione per promuovere attraverso i vostri mezzi di comunicazione quanto trovate nel programma del corso.

Le iscrizioni sono aperte da subito fino al 31 agosto 2022. L’iscrizione (tramite modulo da compilare) impegna alla partecipazione al corso

Programma corso ONAF livello 1 assaggiatori di formaggi 2023

Formulario iscrizione

 

ASSEMBLEA ATIAF – 25.2.2022 – Degustazione formaggi Caseificio di Rita e vini ticinesi.

Il programma post-assemblea, sbrigate le formalità, ha visto la partecipazione entusiasta di più di 40 soci e accompagnatori e si è tenuto nella sala principale del Ristorante Montebello di Bellinzona, ospiti di Ramon e Ugo Pedrini (ex cassiere e membro di comitato ATIAF). È stato volutamente distensivo e conviviale, dopo l’inattività durata più di 2 anni a causa della pandemia, e impostata interamente a km zero proponendo prodotti del territorio ticinese. Un momento culturale ha introdotto la serata con la presentazione del magnifico libro “Birrifici storici ticinesi” dell’assaggiatore di formaggi ATIAF/ONAF e socio ATIAF Daniele Foletti, grande appassionato di formaggi ma soprattutto di birra, nonché grande collezionista di preziosi oggetti e cimeli legati al mondo della birra. Un libro delle favole, quelle dei coraggiosi e visionari pionieri imprenditori del ‘900 che hanno portato in Ticino la produzione di birra!

La serata è poi proseguita con una degustazione dei formaggi del Caseificio di Rita (Rita Laudato-Chiasso) abbinati a una selezione di 4 vini ticinesi, dei quali erano presenti graditi ospiti in sala alcuni tra i produttori, Mauro Giudici della Ganna e Vincenzo Meroni.

La degustazione è stata guidata e curata da Anna Valli, mentre Rita Laudato ha proposto e spiegato 7 dei suoi formaggi.

Anna Valli è assaggiatrice di formaggi ATIAF/ONAF e socia ATIAF. Sommelier professionista con brevetto federale, presidente dell’Associazione Svizzera dei Sommeliers Professionisti – Regione Svizzera italiana dal 2021, anno in cui si è pure classificata al 3. posto al concorso del “Miglior Sommelier della Svizzera”. Riconoscimento che premia Anna per l’enorme impegno e investimento che ha svolto nell’ambito della sua formazione.

Rita Laudato è assaggiatrice di formaggi ATIAF/ONAF, socia ATIAF, diventata casara da pochi anni, che nel 2020 ha aperto il suo piccolo caiseificio nella cittadina di Chiasso in via Sottopenz con grande spirito d’iniziativa, intraprendenza, fantasia e innovazione. Sono nate così diverse tipologie di formaggi degustati e molto apprezzati per l’occasione, frutto di una spiccata creatività e dell’uso sapiente delle muffe.

La serata si è conclusa con un risotto preparato dallo chef del ristorante Montebello Roman Pedrini, mantecato al formaggio d’Alpe Crestumo DOP, abbinato al vino Merlot Il Roncacciolo DOC dei produttori Christoph Nünlist e Raffaella Arrigoni (vicepresidente ATIAF).

guarda le foto della serata

Visita ATIAF al Caseificio Valposchiavo – 20.06.2019

Poco più di una ventina tra soci ATIAF e simpatizzanti hanno trascorso la giornata del Corpus Domini in Valposchiavo in visita all’omonimo caseificio. La Valposchiavo, che si estende dal Passo del Bernina fino alle porte della Valtellina, è territorio a vocazione turistica ma anche di allevatori di bestiame, produttori di latte e derivati, oltre che coltivatori di erbe aromatiche. Il 10% delle persone attive lavora infatti nel settore primario, dove la lavorazione del latte ha una lunga tradizione. La costruzione del Caseificio Valposchiavo nella frazione di San Carlo avvenuta nel 2012 rappresenta una valida ed innovativa scelta imprenditoriale indispensabile per mantenere competitività nel settore e rispondere ai nuovi bisogni del mondo contadino per rimanere al passo con i tempi. Esso diventa cooperativa dopo la fusione, avvenuta nel 2007, fra il Caseificio Sociale San Carlo, fondato nel 1930, con la Latteria Sociale Poschiavo e Dintorni, in quanto nasce la necessità di creare un unico punto di raccolta, lavorazione e vendita di prodotti regionali con il marchio Valposchiavo. Il Caseificio Valposchiavo è stato uno dei primi caseifici in Svizzera a produrre formaggio totalmente biologico contraddistinto dalla gemma BioSuisse. Il foraggio destinato alle bovine produttrici di latte essicca all’aperto ed è immagazzinato, come un tempo, nei fienili ben areati. È vietato l’uso di foraggi insilati. Ciò garantisce la produzione di un prodotto totalmente biologico. Dato il mercato sempre più esigente in materia di salute ed alimentazione consapevole, la filosofia è quella di portare sulle tavole freschezza, gusto e tradizione.

Guarda le foto

Continua a leggere